GrandiStazioni: cambia il volto di Firenze Santa Maria Novella

Riconsegnata alla Città anche la Piazza di Stazione. Apertura al pubblico per il grande bici park

Firenze, 9 dicembre 2014

 

Cambia il volto di Firenze Santa Maria Novella grazie ai lavori di ristrutturazione che hanno trasformato la stazione. Un progetto da oltre 27 milioni di euro che ha consegnato alla città una stazione profondamente rinnovata e funzionale.

 

All’evento di presentazione hanno partecipato il Sindaco di Firenze Dario Nardella, l’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità dellaRegione Toscana Vincenzo Ceccarelli, l’Amministratore Delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Michele Elia e l’Amministratore Delegato di Grandi Stazioni Paolo Gallo.

 

Oggi Santa Maria Novella è un moderno mall cittadino con 29 nuovi esercizi commerciali aperti tutto l’anno dalle 8 alle 22: bar, ristoranti, una libreria, profumerie, negozi di abbigliamento femminile e per bambini a cui nei prossimi mesi si aggiungeranno altri punti vendita, fino al completamento delle aperture previste. La nuova offerta commerciale e di servizi della stazione porterà in dote anche 400 nuovi posti di lavoro, contribuendo alla trasformazione dell’area e alla crescita economica della città.

 

Altra grande novità è l’inaugurazione di un bici park pronto a ospitare 800 biciclette: si tratta di un’innovativa opera di carpenteria metallica, prodotta totalmente in Italia, che risolverà l’esigenza di sosta di centinaia di bici che fino a ieri venivano parcheggiate disordinatamente nelle piazze e nelle strade limitrofe alla Stazione.

 

E per festeggiare il Natale, fino al 7 gennaio, Grandi Stazioni ha deciso di mettere a disposizione della città un pianoforte, posto nella rinnovata galleria commerciale, che sarà utilizzabile da chiunque volesse suonarlo: un’iniziativa unica in città che si ispira agli Street Pianos, i pianoforti da strada di St. Pancras International Station a Londra, e che ha avuto grande successo in tutto il mondo.


All’interno della stazione i percorsi sono stati potenziati e migliorati, anche con la costruzione di una nuova scala che perfeziona l’accessibilità alla Stazione. Inoltre, nel pieno rispetto della magnifica storia di Firenze, il restauro dell’Atrio Biglietteria e della Galleria fronte treni ha permesso il recupero di antichi marmi o la sostituzione con pietre provenienti dalla stessa cava originaria.

 

Non solo. Gli importanti interventi di tipo conservativo e di restyling hanno regalato a Firenze una stazione modellata sull’esempio dei più efficienti hub europei, grazie a nuovi impianti antincendio, di climatizzazione, illuminazione, informazione al pubblico, sicurezza e controllo al servizio dell’intero complesso.

 

Anche i lavori per le opere esterne sono terminati: nuovi percorsi carrabili e pedonali e numerose aree verdi hanno trasformato la Piazza in un luogo d’incontro sicuro e accogliente per i cittadini, turisti e viaggiatori.

 

Rimangono da completare gli interventi su Piazza della Stazione, lato via Valfonda, per il rifacimento della pavimentazione e dei marciapiedi, e nell’area di fronte a Piazza Adua dove verranno realizzati un parcheggio a raso e un nuovo piano stradale. Un ritardo dovuto al fallimento dell’impresa incaricata dei lavori che Grandi Stazioni ha già provveduto a risolvere.