• Home >
  • Gruppo FS Italiane

FS Italiane: esercitazione di emergenza sui binari di Santa Severa sulla Roma-Civitavecchia

Nessuna ripercussione sula circolazione ferroviaria

Roma, 13 ottobre 2018

Un treno di Mercitalia Rail, carico di sostanze pericolose, arriva nella stazione di Santa Severa. Il personale di Rete Ferroviaria Italiana si accorge di una dispersione di liquido da un container. Durante la fase di frenatura del treno si verifica un principio di incendio. In stazione presenti circa 30 viaggiatori che attendono il treno per Civitavecchia.

Questo lo scenario dell’esercitazione che si è svolta nella notte tra   venerdì 12 e sabato 13 ottobre nella stazione di Santa Severa, sulla linea Roma-Civitavecchia con l’obiettivo di verificare l’efficacia delle procedure e dei tempi di risposta delle strutture del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e del Sistema Integrato di Protezione Civile sul territorio.

Oltre al Gruppo FS Italiane, la simulazione ha visto la partecipazione della Prefettura di Roma, l’Agenzia Regionale di Protezione Civile della Regione Lazio, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Roma e ARES118 di Roma, Polfer, C.R.I., i comuni di Santa Marinella e Tolfa.

Particolare attenzione è stata riservata alla verifica dell’efficacia e della rapidità dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, specialmente nei minuti precedente all’arrivo dei soccorsi, nonché la capacità d’intervento e la tempistica per il ripristino del funzionamento della linea ferroviaria. Testati inoltre, i piani di emergenza e collaudato sul campo il sistema di intervento tecnico e di assistenza.

L’esercitazione, che si è svolta  solo dopo la formazione di tutti gli attori coinvolti, rientra tra le iniziative programmate periodicamente in collaborazione con le strutture del territorio, per migliorare gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente, tenuto conto, dei protocolli d’intesa stipulati tra il Gruppo FS Italiane, Protezione Civile regionale e 118 nell'ottica di consolidare e sviluppare le attività di prevenzione e gestione delle emergenze in ambito ferroviario.

Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni.