• Home >
  • Gruppo FS Italiane

"Di Uomini e Ferro", la prima pubblicazione ufficiale della Fondazione FS che ricostruisce la storia ferroviaria italiana

Corriere della Sera: viaggio nell’archivio storico delle Ferrovie dello Stato

Milano, 31 gennaio 2019

L’eroico lavoro di migliaia di ferrovieri che, a partirte dall'immediato Dopoguerra, ha ridisegnato la rinascita dell’Italia sui binari. È questo il tema portante della prima pubblicazione ufficiale della Fondazione FS Italiane in collaborazione con RCS che si intitola Di uomini e ferro.

Un viaggio attraverso le immagini dell’Archivio storico della Fondazione FS che ritraggono un'Italia in fermento, che, affidandosi alla forza, all’ingegno e al rigore, ha saputo rialzarsi e svilupparsi grazie al sacrificio e alla dedizione di tante donne e uomini che hanno reso possibile la ricostruzione di un intero paese.

«Di Uomini e ferro racconta il viaggio emozionante nel mondo della nostra Azienda grazie alle foto preziose e inedite custodite nell’Archivio storico della Fondazione FS. Una storia che pone al centro le persone, i ferrovieri, che con il loro lavoro hanno da sempre contribuito alla creazione dell’identità nazionale del nostro Paese, e ad affrontare e vincere le sfide della modernità». Sono queste le parole che l'AD di FS Italiane Gianfranco Battisti ha rivolto ai giornalisti intervenuti per la presentazione del volume presso la sede della Fondazione RCS a Milano. «La centralità delle persone è il principale elemento su cui è improntato il Piano Industriale che verrà presentato a breve - ha aggiunto Battisti - Non solo i viaggiatori, ma anche le persone che lavorano all'interno del Gruppo».

Il volume racchiude infatti il lavoro di migliaia di ferrovieri che hanno ridisegnato la nascita dell'Italia sui binari. Uomini e ferro - l'elemento simbolo delle ferrovie - diventa così facilmente declinabile in uomini di ferro, in onore degli eroi instancabili che hanno impiegato le loro forze per riportare l'Italia alla sua unità, dopo la rovinosa lacerazione causata dalla guerra.

«Un libro antico, ma completamente nuovo. Formato interamente da fotografie scattate dai ferrovieri durante i cinquant’anni dal Dopoguerra. In ogni angolo della rete, immortalavano la ricostruzione e la modernizzazione del Paese». Queste le parole di Luigi Cantamessa, Direttore della Fondazione Fs, a margine della presentazione del libro. 

Hanno partecipato all'evento l'Assessore alle Infrastrutture e Trasporti della Regione Lombardia Claudia Terzi, l'Assessore al Turismo della Regione Lombardia Lara Magoni, il Presidente della Fondazione FS Mauro Moretti, il giornalista Ferruccio De Bortoli e il presentatore Massimo Giletti.