Busitalia Veneto, Ludovico Mazzarolli eletto nuovo presidente

Subentra al dimissionario Andrea Ostellari

Subentra al dimissionario Andrea Ostellari

Padova, 21 ottobre 2015

Il consiglio di amministrazione di Busitalia Veneto S.p.A. ha ricevuto e accolto le dimissioni dalla carica di presidente dell’avvocato Andrea Ostellari.

Nella stessa seduta, ha provveduto a eleggere a nuovo presidente della società il professore e avvocato Ludovico Mazzarolli, indicato, come previsto dallo statuto societario, dal socio al 45%, A.P.S. Holding S.p.A.

Andrea Ostellari ha formalizzato le sue dimissioni, dopo averle già annunciate pubblicamente, “per poter svolgere al meglio” il nuovo incarico politico, conferitogli alcuni giorni fa, e “per garantire una più serena gestione di Busitalia Veneto, tenendola indenne da possibili strumentalizzazioni”. 

Nel suo intervento ha ringraziato quanti hanno contribuito in questi mesi alla nascita della nuova società.

Il consiglio di amministrazione ha ringraziato il presidente uscente per il lavoro svolto, formulandogli i migliori auguri per il nuovo incarico.

Il nuovo presidente Ludovico Mazzarolli, accettando l’incarico, ha ringraziato il sindaco Massimo Bitonci, il dottor Paolo Rossi, presidente di A.P.S. Holding S.p.A., e il cda di Busitalia Veneto per la fiducia accordatagli e ha annunciato che, pure in assenza di regole di legge in materia di incompatibilità tra le cariche in questione, si dimetterà da consigliere di amministrazione di A.P.S. Holding S.p.A. e da vicepresidente della stessa, con conseguente, immediata, rinuncia agli emolumenti previsti. Ha altresì annunciato la rinuncia al 10% del suo emolumento di presidente, a favore di iniziative di pubblico interesse da parte di Busitalia Veneto.

__________________________
Ludovico Mazzarolli, padovano di nascita, 51 anni, risiede in città con la moglie e due figli. Allievo di Livio Paladin è, dal 2001, titolare della Cattedra di Istituzioni di Diritto pubblico e della Supplenza di Diritto costituzionale nell’Università di Udine. Come avvocato, è cassazionista da anni e deve la sua formazione all’avvocato Giulio Schiller. È, tra l’altro, socio dell'Associazione Italiana Costituzionalisti, dell’Associazione Italiana dei Professori di Diritto amministrativo, della Società Italiana degli Avvocati amministrativisti, dell’European Law Institute di Vienna, dell’Istituto internazionale di Studi europei “A. Rosmini” di Bolzano.
Presidente in carica del Nucleo di Valutazione del Conservatorio “Tomadini” di Udine, ha ricoperto pressoché tutte le cariche universitarie nella propria Università, tranne quella di Rettore. A Udine, è stato Direttore di Dipartimento, Coordinatore del Consiglio unificato dei Corsi di Studi della ex Facoltà di Giurisprudenza, Vice-Preside, Senatore accademico. È stato Vice-Presidente della Commissione che ha redatto il nuovo Statuto di autonomia di quell’Ateneo.
Già componente del Gruppo di lavoro per la realizzazione del federalismo a “geometria variabile” e del “federalismo fiscale” della Regione Veneto, ha fatto parte del Comitato di consulenza giuridica presso l’Ufficio Studi legislativi del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia.
È autore di tre lavori di carattere monografico, di Schede di aggiornamento al Manuale del suo Maestro e di un centinaio di altre pubblicazioni.