Gruppo Ferrovie dello Stato

Logo Ferrovie dello Stato

Verona, inaugurato il nuovo impianto di manutenzione dei treni regionali



Un investimento di 5 milioni di euro per realizzare un ambiente. Dotato delle più moderne tecnologie, è ampio 5.500 metri, con due binari di 365 metri. In grado di estendere gli orari degli interventi di manutenzione e mettere più treni a disposizione dei pendolari
Verona, 9 ottobre 2013

Inaugurato oggi a Verona il nuovo impianto di manutenzione dei treni regionali. 

La cerimonia è avvenuta alla presenza dell’Assessore alla Mobilità e alle Infrastrutture della Regione Veneto, Renato Chisso, al quale il Direttore Regionale Veneto di Trenitalia, Maria Giaconia ha illustrato le caratteristiche e le peculiarità del nuovo stabilimento dove, nel corso della cerimonia, ha fatto il suo ingresso il primo treno da sottoporre a manutenzione, un Vivalto.

Il manufatto ha comportato un investimento di 5 milioni di euro e consentirà, garantendo la totale sicurezza e il comfort del personale impiegato, di estendere le lavorazioni di manutenzione ai treni Vivalto, Doppio Piano tradizionale e Media Distanza sull’intero nastro delle 24 ore, con un aumento della disponibilità di rotabili per l’esercizio ferroviario quantificabile in 2 treni in più al giorno.

Lungo 365 metri, largo 15, per una superficie di 5.500 metri quadri, realizzato con plinti in cemento e colonne e capriate in acciaio, lo stabilimento è dotato di due binari su colonnine con relative fosse di visita per la manutenzione delle parti meccaniche ed elettriche posizionate sotto la cassa dei treni. 

Entrambi i binari sono elettrificati, due gru a ponte della portata di due tonnellate consentono interventi di montaggio, smontaggio e movimentazione delle apparecchiature poste sopra i treni, sul cosiddetto “imperiale”. Quattro piattaforme mobili permettono interventi di manutenzione a varie altezze. Questa configurazione - con postazioni di lavoro multiple e attrezzatura mobile - introduce estrema flessibilità delle lavorazioni e ottimizzazione dei tempi di intervento.
L’illuminazione delle fosse di visita è realizzata con lampade a LED, il riscaldamento avviene attraverso nove gruppi di tubi radianti funzionanti singolarmente.

La sicurezza del personale è regolata da apposite procedure e blocchi meccanici ed elettrici che inibiscono l’uso delle varie apparecchiature (gru, piattaforme, bracci mobili) in presenza di alimentazione della linea di contatto.  Pannelli informativi a scritte scorrevoli visualizzano le varie lavorazioni in atto. Nel mese di novembre sarà completato anche l’intervento sul sito di Mestre, dove verranno mantenuti i convogli destinati al trasporto metropolitano, TAF e nuovi ETR Flirt acquistati dalla Regione Veneto e messi a disposizione di Trenitalia.

Con un investimento complessivo di otto milioni di euro, saranno quindi completamente specializzati i tre siti manutentivi della Direzione Regionale Veneto di Trenitalia, dislocati in modo baricentrico rispetto al bacino di esercizio: Verona Porta Nuova per i convogli del trasporto regionale veloce e i Vivalto, Padova/Mestre per i convogli del trasporto metropolitano, Treviso per i diesel.

Notizie e informazioni utili della tua regione

Clicca sulla regione che ti interessa
clicca sulla regione di interesse Calabria Sicilia Sardegna Basilicata Puglia Molise Lazio Abruzzo Marche Friuli Venezia Giulia Campania Piemonte Liguria Toscana Umbria Emilia-Romagna Lombardia Veneto Valle d'Aosta Trentino Alto Adige
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità   |  Credits
© Gruppo Ferrovie 2016  |  Contatti  |  Termini e Condizioni  |  cookie  |  Partita Iva 06359501001