Gruppo Ferrovie dello Stato

Logo Ferrovie dello Stato

RFI, Kiss&ride Bologna Centrale: nessun errore di progettazione e realizzazione

Bologna, 17 ottobre 2014

Nessun errore di progettazione e realizzazione per il kiss&ride di Bologna Centrale, la strada sotterranea per taxi e auto private a servizio sia della stazione storica (in superfice) sia della stazione AV (in sotterranea).

Rete Ferroviaria Italiana conferma che la strada sotterranea, posizionata a sette metri di profondità e la cui apertura al pubblico avverrà nelle prossime settimane, è stata realizzata in conformità alla normativa antincendio.

Il kiss&ride infatti è attrezzato con impianti che garantiscono un valido ausilio alle squadre di emergenza e sono adeguati per gli interventi di soccorso nella nuova stazione AV.

I progetti della nuova stazione sotterranea, elaborati da RFI e Italferr e approvati da tutti gli organismi competenti fin dal luglio 2000, non prevedono e non hanno mai previsto il transito al piano kiss&ride dei mezzi di pronto intervento (autobotti) dei Vigili del Fuoco. 

La strada è il solaio di copertura dei binari della stazione AV e consente il passaggio solo di mezzi con peso non superiore alle 3,5 tonnellate. La sua altezza, inferiore a 3,50 metri nei punti di intersezione con i sottopassaggi della stazione storica determinata dai rivestimenti protettivi applicati, non ostacola l’attività delle squadre dei Vigili del Fuoco.

Nel livello kiss&ride della nuova stazione AV, l’emergenza può essere gestita attraverso l’uso dell’impianto idrico presente: 40 idranti alimentati da quattro vasche di accumulo (ognuna con una portata di circa 450 metri cubi d’acqua), che garantiscono un’autonomia di oltre un’ora. 

A questi si aggiungono sette lame d’acqua, a protezione delle scale mobili, 100 estintori, un impianto sprinkler che copre l’intera superficie del kiss&ride, con erogazione automatica di acqua quando è superata la soglia dei 70 gradi centigradi. 

L’intero complesso della stazione sotterranea AV inoltre è attrezzato con un articolato impianto per il controllo dei fumi e da uno per la rilevazione di incendi: sette centrali che controllano 1.200 rivelatori posizionati sui tre livelli della nuova stazione.

Non esiste quindi alcuna necessità né di modifiche strutturali né di acquisto di speciali mezzi ad uso dei Vigili del Fuoco. Per l’intervento al piano binari è previsto che le squadre dei Vigili del Fuoco possano accedere attraverso le due estremità del tunnel utilizzando gli appositi montacarichi.

Notizie e informazioni utili della tua regione

Clicca sulla regione che ti interessa
clicca sulla regione di interesse Calabria Sicilia Sardegna Basilicata Puglia Molise Lazio Abruzzo Marche Friuli Venezia Giulia Campania Piemonte Liguria Toscana Umbria Emilia-Romagna Lombardia Veneto Valle d'Aosta Trentino Alto Adige
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità   |  Credits
© Gruppo Ferrovie 2016  |  Contatti  |  Termini e Condizioni  |  cookie  |  Partita Iva 06359501001